Esecuzioni fallimentari

Il fallimento, nell'ordinamento giuridico italiano, è una procedura concorsuale liquidatoria, che coinvolge l'imprenditore commerciale con l'intero patrimonio e i suoi creditori.

Tale procedura è diretta all'accertamento dello stato di insolvenza dell'imprenditore, all'accertamento dei crediti vantati nei suoi confronti e alla loro successiva liquidazione secondo il criterio della par condicio creditorum, tenendo conto delle cause legittime di prelazione.

Il fallimento è regolato dal r.d. 16 marzo 1942, n. 267 (legge fallimentare), norma giuridica più volte modificata nel corso del tempo.

News

apr13

13/04/2024

DEF 2024 e tributi indiretti: modifiche su successioni, donazioni e bolli

Il CdM ha approvato il Documento di economia

apr13

13/04/2024

La successione testamentaria e il Registro volontario dei testamenti olografi

<span>Le principali forme di testamento,

apr12

12/04/2024

Pena sostitutiva: il giudice può tenere conto dei precedenti penali

La sostituzione della pena è frutto di

apr12

12/04/2024

Nullità rilevabile d’ufficio solo se i documenti su cui si fonda risultano dagli atti

Il vizio può essere rilevato in ogni stato

apr12

12/04/2024

Avvocati Cassazionisti: indetta la sessione di esami per il 2024

Prove scritte e orali per iscriversi al