Esecuzioni fallimentari

Il fallimento, nell'ordinamento giuridico italiano, è una procedura concorsuale liquidatoria, che coinvolge l'imprenditore commerciale con l'intero patrimonio e i suoi creditori.

Tale procedura è diretta all'accertamento dello stato di insolvenza dell'imprenditore, all'accertamento dei crediti vantati nei suoi confronti e alla loro successiva liquidazione secondo il criterio della par condicio creditorum, tenendo conto delle cause legittime di prelazione.

Il fallimento è regolato dal r.d. 16 marzo 1942, n. 267 (legge fallimentare), norma giuridica più volte modificata nel corso del tempo.

News

lug25

25/07/2024

Carcere: separatezza e sicurezza, ma anche recupero del detenuto

La reclusione non può interrompere la quotidianità

lug25

25/07/2024

Florovivaismo: la Delega al Governo

Si dovrà costituire un quadro normativo

lug25

25/07/2024

Il giorno di riposo compensativo va retribuito con una maggiorazione

In caso di orario continuato e in turni,

lug25

25/07/2024

Provvedimenti penali della Cassazione: al via la trasmissione per PEC

Dal 15 luglio 2024 i decreti, le ordinanze

lug25

25/07/2024

Gli affidamenti infragruppo nella disciplina pubblicistica

L'esclusione degli affidamenti dalle ordinarie

lug24

24/07/2024

Compensi dell’avvocato inesigibili se soggetti a condizione

Se il pagamento dipende dall’adempimento