Esecuzioni fallimentari

Il fallimento, nell'ordinamento giuridico italiano, è una procedura concorsuale liquidatoria, che coinvolge l'imprenditore commerciale con l'intero patrimonio e i suoi creditori.

Tale procedura è diretta all'accertamento dello stato di insolvenza dell'imprenditore, all'accertamento dei crediti vantati nei suoi confronti e alla loro successiva liquidazione secondo il criterio della par condicio creditorum, tenendo conto delle cause legittime di prelazione.

Il fallimento è regolato dal r.d. 16 marzo 1942, n. 267 (legge fallimentare), norma giuridica più volte modificata nel corso del tempo.

News

dic8

08/12/2022

Il dovere di costruire la felicità dei bambini

<p class="western" style="color: #000000;

dic8

08/12/2022

Dosimetria della sanzione disciplinare: occorre valutare la situazione complessiva

Nella quantificazione della sanzione disciplinare

dic7

07/12/2022

La prima della Scala: Boris Godunov, un’analisi storico-giuridica della censura

<p>L’attenzione dei media internazionali

dic7

07/12/2022

La responsabilità professionale dell’avvocato negligente

<p>Anche laddove la negligenza dell’avvocato-difensore

dic7

07/12/2022

I reati tributari legati al Superbonus 110%

Le condotte penalmente rilevanti del contribuente,